Marketing editoriale: 21 squezze page da cui imparare

Le squeeze page sono di fondamentale importanza per creare una mailing list editoriale e avere un seguito di lettori, utenti o abbonati. Ecco 21 modelli, per decidere il tuo.

Una Squeeze Page è una pagina web realizzata per incoraggiare un visitatore a inserire la sua email e pochi altri dati in cambio di qualcosa che abbia valore per lui.
A differenza della landing page, che invita i visitatori a compiere azioni varie (fare un acquisto, installare un software etc.), la queeze page, ha solo l’obiettivo di costruire una mailing lista valida, cioè di alta qualità, proprio grazie alla selettività del vantaggio che offre.

La chiave è dare al visitatore una buona ragione per scambiare con te i suoi dati personali. Ovviamente, quello che offri deve essere veramente importante e consistente. Se offri un ebook, indica i vari capitoli e il numero di pagine, per evitare che a download fatto si ritrovi con un Pdf di poche pagine che vale quanto un medio articolo online.
Inoltre, devi comunicare fiducia e serietà, perché nessuno vuole perdere tempo con sciocchezze e ricevere email indesiderate o spam. Quindi: sii verosimile sull’utilità del tuo omaggio. Non promettere l’impossibile.

Se consideri che il valore di una mailing list selettiva, cioè di persone interessate alla tua offerta è di migliaia di euro, ti sarà evidente quanto sia importante ottimizzare la squeeze page perché funzioni al massimo delle potenzialità.
Per farlo basta seguire le buone regole e poi utilizzare l’ A/B split-test che dividerà i tuoi visitatori in due sezioni uguali: il gruppo A vedrà una versione della tua squeeze page e il gruppo B vedrà la stessa versione ma con uno o più cambiamenti. A volte cambiare un elemento, come spostare una parola, ingrandire una foto o un bottone, può determinare notevoli miglioramenti. Grazie a questa tecnica potrai capire qual è la versione che attrae più iscritti e proseguire con quella.

1-a-b-test

2-significance-calculator

Se questo aspetto è chiaro, puoi passare all’analisi di una serie di buone squeeze page.

 

1. Microsoft

Questa immagine mostra ai marketer come Microsoft utilizza un download di ebook per generare lead e far crescere la sua lista di email.

Pregi

  1. Il titolo sottolinea che la guida sarà “rapida”, “facile” e piena di “intuizioni più importanti sulla sicurezza”.
  2. Il sottotitolo usa la parola “free” per invogliare i visitatori.
  3. Il testo minimo rende questa offerta facile da valutare.
  4. L’elenco puntato offre ai lettori un’anteprima del contenuto del libro.
  5. Il titolo sopra il form sollecita all’azione
  6. Il sottotitolo del form spiega ai potenziali clienti che devono compilare il form per ottenere subito l’ebook (anche senza il solito rimbalzo di verifiche email).

Difetti

  1. Un logo collegato alla homepage offre ai visitatori l’opportunità di uscire senza premere il pulsante CTA (call to action).
  2. Il colore del pulsante CTA potrebbe essere più accattivante.
  3. È richiesta la compilazione di ogni campo modulo. Microsoft ha davvero bisogno di avere tutte queste informazioni?

 

2. Salesforce

Questa immagine mostra al marketing come Salesforce utilizza un download di ebook per generare nuovi lead e aumentare il coinvolgimento con il suo pubblico.

Pregi

  1. La parola “free” scritta sul modulo (sul form Microsoft precedente manca).
  2. I badge di Privacy rassicurano sulla sicurezza delle informazioni fornite.
  3. Una minima quantità di testo su questa pagina rende facile la decisione.
  4. L’immagine mostra ai potenziali clienti cosa otterranno ottenendo.

Difetti

  1. Il logo collegato alla homepage consente agli utenti di uscire senza fare clic sul pulsante CTA.
  2. Il colore del pulsante CTA poco evidente rende questo pulsante poco efficace.
  3. Il titolo non trasmette un vantaggio. Il testo che segue lo fa, ma se il titolo non cattura l’attenzione, il resto può essere ignorato. 
  4. Il lungo modulo potrebbe scoraggiare i potenziali clienti ad aderire.

 

3. HubSpot

Questa immagine mostra ai marketer come HubSpot e Canvas utilizzano una pagina di destinazione degli ebook per generare nuovi lead e far crescere la loro lista di email.

Pregi

  1. I loghi non linkati aiutano a trattenere i potenziali clienti sulla pagina.
  2. Il titolo “How To” trasmette un vantaggio pratico.
  3. L’elenco in 4 punti comunica i vantaggi del download in modo rapido.
  4. Una dichiarazione in prima persona nella parte superiore del form aggiunge persuasività.
  5. Le caselle di opt-in non selezionate sono selettive: impediscono alle mailing list di HubSpot di inserire abbonati non interessati. 

Difetti

  1. Un modulo senza gli 11 campi obbligatori potrebbe incrementare le iscrizioni.
  2. Il blando colore del pulsante CTA rende questo pulsante meno accattivante di quanto potrebbe essere.

 

4. Flywheel

Questa immagine mostra ai marketer come Flywheel utilizza un download di ebook sulla sua pagina di destinazione per generare nuovi lead.

Pregi

  1. La parola “free” in primo piano inquadra immediatamente l’occasione.
  2. Il testo suddiviso in blocchi di colore rende tutto più leggibile.
  3. Il CTA vistoso stimola il visitatore a scaricare.
  4. Nessuna condizione è richiesta per il download: l’acquisizione dei dati è rinviata o non è necessaria.

Difetti

  1. Il logo collegato all’homepage può agevolare il passaggio alla home page.
  2. Il link nel footer può dare un’alternativa al download.

 

5. Upwork

Questa immagine mostra ai marketer come Upwork utilizza un download di ebook per generare lead e far crescere la propria mailing list.

Pregi

  1. La prima riga qualifica l’offerta come omaggio referenziato («è un ebook Upwork»)
  2. Il testo minimo richiede poco tempo agli utenti.
  3. L’elenco comunica rapidamente ciò che i potenziali clienti apprenderanno leggendo l’ebook.
  4. Il testo sotto l’elenco consente ai visitatori di sapere esattamente cosa devono fare per ottenere l’ebook – così come ripetuto sul form.
  5. Un’immagine mostra ai potenziali clienti cosa otterranno.

Difetti

  1. Un logo con collegamenti ipertestuali alla pagina iniziale offre l’occasione di abbandonare la pagina prima della conversione.
  2. Un titolo diverso potrebbe spiegare l’ebook in modo più chiaro. 

 

6. Firebrand Group

Questa immagine mostra agli operatori di marketing come Firebrand utilizza una pagina di destinazione degli ebook per massimizzare i suoi sforzi di generazione di lead.

Pregi

  1. Il titolo indica contemporaneamente un free ebook e il suo argomento.
  2. Un’immagine anticipa ai visitatori cosa otterranno se inseriscono le loro informazioni e premono il pulsante CTA.
  3. L’elenco breve informa sul valore dell’ebook.
  4. La forma breve facilita la conversione.

Difetti

  1. Pulsante CTA potrebbe essere più grande.
  2. Il footer potrebbe essere ridotto al minimo, per non dare ai visitatori troppe vie d’uscita.

 

7. Foundr

Questa immagine mostra ai marketer come Foundr utilizza una pagina di destinazione degli ebook per massimizzare i suoi sforzi di generazione di lead.

Pregi

  1. Il titolo consente agli utenti di valutare subito i contenuti dell’offerta.
  2. L’immagine mostra il free ebook offerto.
  3. La forma breve rende la conversione semplice.
  4. L’elenco comunica rapidamente il vantaggio dell’offerta.
  5. Il pulsante CTA è facile da individuare.
  6. Il pulsante CTA contiene la parola “free”.
  7. Il footer minimalista mantiene l’attenzione sulla conversione.

Difetti

  1. Il link rosso dalla parte superiore della pagina, facilita l’abbandono delle pagina.
  2. Sostituire “Foundr” con “A freee ebook by Foundr”.

 

8. Atomic Reach

Questa immagine mostra ai marketer come Atomic Reach utilizza una pagina di destinazione degli ebook per generare lead.

Pregi

  1. Il logo senza link evita il passaggio alla home.
  2. L’elenco comunica rapidamente i vantaggi del download.
  3. L’immagine mostra ai visitatori cosa otterranno quando compileranno il modulo sulla pagina.
  4. Il form con tre campi facilita la conversione.
  5. Il testo ridotto invita alla lettura della pagina.

Difetti e alternative

  1. Scrivere un annuncio più chiaro di “supercharge your content” e allinearlo meglio al titolo dell’ebook.
  2. Inserire la parola “free”
  3. Inserire le etichette fuori del modulo: ora possono confondere i visitatori perché spariscono quando le persone che li compilano.

 

9. JustPositionIt

Questa immagine mostra ai marketer come Just Position It utilizza una pagina di destinazione degli ebook per generare lead e far crescere la propria mailing list.

Pregi

  1. Titolo e  sottotitolo trasmettono subito un vantaggio.
  2. Il testo minimale rende superfluo lo scrolling.
  3. L’elenco spiega ai visitatori i vantaggi dell’offerta.
  4. Il pulsante CTA è un grosso invito (letteralmente).
  5. L’invito all’azione è scritto in prima persona, più coinvolgente.

Difetti e alternative

  1. Elenco con caratteri più grandi
  2. Diversa immagine di sfondo.
  3. Foto free ebook più grande.

 

10. GaggleAMP

Questa immagine mostra agli operatori di marketing come GaggleAMP utilizza una pagina di destinazione degli ebook per generare lead e massimizzare il ROI.

Pregi

  1. Un logo non linkato impedisce di uscire facilmente dalla pagina.
  2. Un’immagine mostra ciò che si ottiene compilando il form.
  3. L’elenco trasmette i benefici della lettura dell’ebook.
  4. Il testo nella parte superiore è scritto in prima persona.

Difetti e alternative

  1. Ridurre il testo.
  2. Aumentare le dimensioni del pulsante CTA.
  3. Cambiare il Submit sul pulsante con un testo meno banale.

 

11. BandV

 

Pregi

  1. Il titolo utilizza una parola convincente nel copywriting: “tu”.
  2. L’immagine dà un’idea di ciò che si ottiene convertendo.
  3. Il testo ridottissimo facilita la conversione di questa pagina.

Difetti e alternative

  1. Una maggiore gerarchia visiva può migliorare la struttura e quindi l’efficacia di questa pagina. 
  2. “Scarica la tua guida” come testo principale può non essere motivante.
  3. C’è poco da leggere su questa pagina. Di solito è un vantaggio, ma così è eccessivo e potrebbe non essere sufficiente.
  4. Il logo collegato alla homepage può distrarre dal download, al solito.
  5. Separare i due diversi obiettivi di conversione: “richiedi una consulenza” nell’angolo in alto a destra può fare concorrenza a “scarica” ​​sul modulo.
  6. Un diverso colore del pulsante CTA può funzionare meglio.
  7. Un “Download your free ebook” può essere più stimolante di un semplice “download”. 

 

12. BuildMyEbook

Pregi

  1. Questo titolo comunica con chiarezza la sua offerta.
  2. La sottotitolo sottolinea che la guida è gratuita e offre una soluzione passo passo.
  3. Il testo minimo rende questa pagina di destinazione facile da valutare.
  4. L’elenco trasmette rapidamente i vantaggi dell’offerta.
  5. Una freccia funge da suggerimento visivo, guidando verso il pulsante CTA (il form appare dopo il click e richiede solo nome ed email).
  6. Il pulsante CTA attira l’attenzione con il suo colore arancione brillante.

Difetti e alternative

  1. Un titolo tutto in maiuscola può dare l’impressione di dozzinale, quindi l’alternativa è un testo normale, che è anche più leggibile.
  2. Una moderazione delle promesse potrebbe raccogliere più adesioni, in quanto più credibili. Non c’è niente di sbagliato nel garantire risultati, a patto che siano realistici.

 

13. PhotoWorkout

Questa immagine mostra ai professionisti del marketing come Photo Workout utilizza una pagina di compressione degli ebook per far crescere la propria lista di e-mail.

Pregi

  1. Il titolo usa la parola “free”. 
  2. La sottotitolo utilizza un espediente psicologico a cui tutti sono sensibili: la paura di sbagliare. Invece di proporre questo ebook come strumento per migliorare, quindi con un richiamo poco efficace per chi si sente preparato, questo copywriter lo ha posizionato come una risorsa per evitare di fare errori. La proposta di non sbagliare può funzionare meglio della proposta di migliorare.
  3. La forma super short, con poco testo e un solo campo rende la conversione facile.
  4. Il CTA si riferisce all’offerta utilizzando “free ebook”, ed è scritto in prima persona. Si capisce che il download non è immediato, ma avverrà attraverso l’email, che quindi deve essere valida.
  5. Un messaggio accanto al pulsante CTA informa che non verrà inviato spam.
  6. Il colore del pulsante CTA attira l’attenzione.
  7. L’immagine mostra agli utenti cosa otterranno.

Difetti e alternative

  1. L’etichetta “Your Email” può andare all’esterno del modulo, come è suggerito dalle best practice di usability. In questo modo non scompare quando si inizia a digitare e non ci sono errori nella mailing list.

 

14. Impressa Solutions

Questa immagine mostra ai marketer come Impressa Solutions utilizza un download di ebook per generare lead massimi.

Pregi

  1. Questo titolo inizia con “la tua…”, molto coinvolgente.
  2. La sottotitolo sottolinea che la guida è gratuita.
  3. Il colore del pulsante CTA spicca visivamente sullo sfondo bianco di questa pagina.

Difetti e alternative

  1. Colori poco contrastati.
  2. Inserire immagini più pertinenti per dare più efficacia alla pagina.
  3. Il logo collegato alla home offre ai visitatori l’opportunità di distrarsi.
  4. Aumentare le dimensioni del pulsante CTA.
  5. Sostituire il pulsante “Submit” con altro, più stimolante.

 

15. Campaign jobs ebook

Questa immagine mostra ai marketer come i lavori della campagna utilizzano una pagina di destinazione degli ebook per far crescere la propria lista di e-mail.

Pregi

  1. Nessun menu di navigazione.
  2. La parola “free” sulla seconda riga evidenzia che si tratta di un omaggio.
  3. Il testo minimale facilita la valutazione rapida dell’offerta.
  4. L’informativa sulla privacy e i termini e le condizioni offrono ampie assicurazioni.

Difetti e alternative

  1. Eliminare il link dal logo, per evitare di uscire dalla pagina senza eseguire la conversione.
  2. Inserire una gerarchia visiva sui testi. 
  3. Ingrandire il testo dell’offerta, ora identico a quello della privacy.
  4. Cambiare il pulsante CTA, che ora si mimetizza completamente sullo sfondo. 

 

16. Optimizely

Questa immagine mostra la pagina di destinazione degli ebook di marketing Optimizely, che viene utilizzata per generare nuovi lead e far crescere la propria lista di e-mail.

Pregi

  1. Nessun menu d’uscita da questa pagina.
  2. Il titolo offre una risorsa ben valorizzata: “consigli dagli esperti” (“from the pros”).
  3. Il testo minimale, suddiviso in pochi blocchi leggibili, facilita la comunicazione.
  4. L’elenco comunica rapidamente i vantaggi dell’offerta.
  5. La forma breve rende la conversione facile.
  6. I loghi aziendali in basso, opportunamente in grigio chiaro, aumentano l’autorevolezza di Optimizely mostrando i marchi con cui ha lavorato.

Difetti

  1. Questo pulsante CTA potrebbe essere più vivace per attirare l’attenzione.
  2. I link social nel footer offrono nuove informazioni, ma anche possibilità di uscire dalla pagina. Per questo motivo, spostare i pulsanti social Condividi (non visibili nella foto) nel footer della pagina di ringraziamento. Così i visitatori non sono distratti e possono far circolare l’ebook dopo averlo letto e apprezzato.

 

17. Vertical Measures

Questa immagine mostra ai professionisti del marketing come le misure verticali utilizzano una pagina di destinazione degli ebook per generare lead e alimentarli alla vendita.

Pregi

  1. L’offerta in free download di un libro in vendita su Amazon per 9$ (Kindle) o 19$ se stampato, rafforza l’idea di un omaggio di valore certo (“Available in Print & Kindle on Amazon”).
  2. L’immagine offre una rappresentazione dell’offerta.
  3. L’elenco offre ai lettori un’anteprima del contenuto del libro e invoglia alla conversione.
  4. Il testo sopra il modulo indica esattamente ciò che gli utenti devono fare per il free download.
  5. I testimonial valorizzano l’offerta.

Difetti e alternative

  1. Indicare il prezzo di vendita, senza rinviare ad Amazon.
  2. Sostituire l’immagine banale della lampadina, ovvero: rifare la copertina.
  3. Un logo collegato alla home offre ai visitatori la possibilità di passare al sito e trascurare l’offerta.
  4. Il titolo potrebbe essere meno generico di “Content Marketing Works” e collegarsi meglio a “Trasforma il tuo business in 8 passaggi”.
  5. Molto meno testo renderebbe più veloce la decisione di convertire. Per un free download le referenze possono essere brevissime.  
  6. Inserire blocchi colore per una lettura meno confusa e disorganizzata.
  7. Colore e testo del pulsante CTA migliorabile.

 

18. IMPACT Branding & Design

Questa immagine mostra ai marketer come Impact Branding & Design utilizza una pagina di destinazione degli ebook per far crescere la sua lista di email e generare più lead.

Pregi

  1. Il titolo indica immediatamente che l’ebook è gratuito.
  2. Il sottotitolo utilizza la parola “semplice” per sintonizzarsi meglio con il target tipicamente non professionale dei free ebook.
  3. L’immagine rappresenta visivamente l’offerta.
  4. L’elenco sottolinea i vantaggi del download dell’ebook.
  5. Il testo sul modulo è scritto in prima persona, cosa che aumenta le conversioni.
  6. Il testo minimale rende facile la decisione di aderire all’offerta.
  7. Il colore brillante del pulsante CTA attira gli occhi dei potenziali clienti su di esso.
  8. La freccia guida i lettori verso il pulsante CTA.
  9. La parola “ora” nel CTA consente ai potenziali clienti di sapere che riceveranno l’ebook appena premuto il pulsante.

Difetti e alternative

  1. Eliminare il link del logo che, collegato alla pagina iniziale, offre ai lettori l’opportunità di trascurare la conversione.
  2. Eliminare i collegamenti nel menu di navigazione, in alto, perché sono altre tentazioni di approfondire e trascurare il form.
  3. Eliminare i link social, in basso, che possono distrarre. Come in precedenza, la condivisione sui social può essere inserita nell’email di ringraziamento, quindi dopo il download.

 

19. Workamajig

Questa immagine mostra la pagina di destinazione degli ebook di Workamajig che genera lead e aumenta la loro lista di e-mail.

Pregi

  1. Il testo sopra il modulo consente ai potenziali clienti di sapere cosa devono fare per scaricare.
  2. Un’immagine mostra al visitatore cosa otterranno se convertono.
  3. L’elenco trasmette i vantaggi del download dell’ebook.

Difetti e alternative

  1. Il titolo potrebbe essere più efficace. Invece di indicare che cos’è la guida, si può indicare a cosa serve. 
  2. Si può testare un titolo più sintetico, di 5-6 parole.
  3. Un logo collegato alla pagina iniziale offre ai visitatori l’opportunità di evadere senza conversione. Quindi eliminare il link alla home o trasferilo  in basso e in caratteri minuscoli.
  4. Stessa cosa per i collegamenti alle pagine social, che possono portare i potenziali clienti fuori dalla pagina.
  5. I testi in verde si leggono male, meglio un abbinamento al blu della copertina e del CTA. 

 

20. LeadSquared

Questa immagine mostra ai marketer come LeadSquared utilizza una pagina di destinazione per gli ebook per generare lead e far crescere la propria lista di email.

Pregi

  1. L’immagine particolarmente grande della copertina suggerisce importanza all’offerta.
  2. Questo titolo e sottotitolo trasmettono un vantaggio. La parola “hack” implica suggerimenti semplici da implementare ma potenti allo stesso tempo.
  3. Un logo senza link rende impossibile passare facilmente alla home.
  4. Il colore viola rende questo pulsante CTA difficile da ignorare.
  5. Una sezione “Informazioni sull’autore” valorizza l’offerta.
  6. Un’immagine di Rajat incrementa l’efficacia dell’offerta.
  7. Il testo minimale facilita la valutazione dell’offerta.
  8. Una casella di opt-in senza verifica dell’email significa che il form raccoglierà le email solo dei lettori che vogliono veramente essere nella mailing list della società. 

Difetti e alternative

  1. Spostare dall’interno all’esterno le etichette del form, per non avere errori nella mailing list e per evitare esitazioni nell’inserimento dei dati. 
  2. Un elenco di vantaggi o contenuti può rendere l’offerta più attraente.

 

21. Marketing Sherpa

Pregi

  1. Testi al negativo.
  2. Titolo e sottotitolo chiaro ed efficace.
  3. Form ridotto al minimo essenziale.
  4. Rappresentazione visiva della free newsletter (questa volta non un ebook).
  5. Rassicurazione sull’uso dell’email.

Difetti e alternative

  1. Consentire il download o la visualizzazione immediata di una newsletter campione.
  2. Eliminare il testo in basso, in cui si dice che le email saranno utilizzate anche per altre attività collegate a Marketing Sherpa (“its family of brands).

Lista di controllo

  1. Titolo principale: è chiaro? E’ motivante?
  2. Titolo del modulo: conferma l’offerta free? Richiede solo le informazioni minime?
  3. Etichette dei moduli: sono esterne ai campi?
  4. Numero di campi del modulo: richiede solo le informazioni minime, strettamente necessarie? Alcune di queste possono essere rinviate?
  5. Colore pulsante CTA: il colore si distingue bene?
  6. Dimensione del pulsante CTA: la dimensione del tuo pulsante è troppo piccola da dover essere cercata o troppo grande da rendere secondario tutto il resto?
  7. Testo del pulsante CTA: c’è un testo che piega chiaramente cosa accadrà con il click?
  8. Immagine: l’immagine è coinvolgente? È rilevante per l’offerta?
  9. Didascalie sulle immagini: l’aggiunta di una didascalia alla tua immagine aiuta a chiarirla? O distrae le persone dal compilare il modulo?
  10. Social follow: inseriscili le icone senza link e poi rendili attivi sulla tua pagina di ringraziamento.
  11. Uso dei testimonial: l’inclusione delle testimonianze può incrementare i risultati. Se si tratta di gente comune (clienti), le dichiarazioni andrebbero in basso. Se si tratta di persone note, la loro dichiarazione potrebbe andare subito dopo il sottotitolo.
  12. Uso referenziale di marchi noti con i quali si hanno rapporti: utili, ma senza link.
  13. Garanzie tipo VeriSign o BBB: rendono le persone più a loro agio nell’inviare le proprie informazioni.
  14. Uso del video: un breve video attira più delle foto e aiuta a comunicare il valore dell’offerta.

 


Come aumentare i tassi di conversione

Un primo modo per aumentare il tasso di conversione è la personalizzazione, che si realizza in 2 modi:
– con l’inserimento di una tua fotografia,
– con l’aggiunta della tua firma in fondo alla tua pagina.
Il lettore sa che foto e firma possono essere non veritiere, eppure questi accorgimenti incrementano la percentuale di conversione.

Un secondo modo di aumentare il tasso di conversione della pagina di squeeze è utilizzare il testo nero o un layout bianco per dare alla tua pagina un aspetto professionale, sobrio, tipico di chi è sicuro di sé e non ha bisogno di effetti speciali.


Plugin per ottenere Squeeze Page efficaci

Anche se ora hai le idee chiare, creare una Squeeze Page da zero non ti conviene. Piuttosto, ti conviene iniziare con le tante soluzioni predisposte, tra gratuite e a pochi dollari.

Instapage
Instapage è un plugin per WordPress. E’ tra gli strumenti più famosi per creare i vari tipi di landing page, incluse le squeeze page. Con questo plugin, facile e dal rapido impiego, si può scegliere tra oltre 100 modelli da personalizzare come preferisci. Pubblicare Squeeze page e integrarle con strumenti di email marketing come MailChimp o AWeber è facilissimo.

Free Squeeze Page
E’ un plugin gratuito, senza troppi fronzoli e dal design responsive (compatibile con dispositivi mobili come tablet, smartphone etc.). Ti permette di creare vari tipi di pagine grazie ai vari livelli di personalizzazione offerta. È anche disponibile una versione a pagamento che offre template già pronti a seconda del tipo di pagina desiderata.

Ricerca del Corso di Digital Marketing FirstMaster

Lascia un commento