Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

La guerra vista da vicino: Robert Capa

mostra-robert-capa

Genova – Aperta a Palazzo Ducale dal 7 giugno al 5 ottobre la mostra “Robert Capa in Italia”, dedicata al grande fotoreporter di guerra e che racconta gli anni della seconda guerra mondiale in Italia, al seguito dell’esercito americano. 

L’esposizione propone 78 scatti, i più importanti scelti dal fratello, anche lui fotografo molto noto, provenienti dalla serie Robert Capa Master Selection III conservata a Budapest e acquisita dal Museo Nazionale Ungherese tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009.

Robert Capa (1913-1954) è un fotografo ungherese, ricordato principalmente per aver documentato coraggiosamente, con foto indimenticabili, la seconda guerra mondiale, e in particolare lo sbarco in Normandia e la liberazione di Parigi.
L’ambizione originaria di Capa era di diventare uno scrittore, ma l’impiego presso uno studio fotografico a Berlino lo avvicina al mondo della fotografia.
Nel 1933 lascia la Germania e va in Francia a causa dell’avvento del nazismo (Capa era di origini ebraiche). È in questo periodo che adotta lo pseudonimo di Robert Capa e fonda con altri l’agenzia fotografica Magnum Photos (1947), che diverrà famosa in tutto il mondo.

M.L.C.

Ultimi articoli

Distanza narrativa

Lettore vicino o lettore lontano?

Uno degli elementi che distingue lo scrittore esperto dal dilettante è la padronanza della distanza narrativa. Modulare la distanza narrativa significa gestire i momenti chiave

Lavorare come fotoreporter1

È redditizio lavorare come fotoreporter?

Lavorare come fotoreporter è spesso percepito come un mestiere affascinante e avventuroso, pieno di opportunità per viaggiare e raccontare storie attraverso l’obiettivo della macchina fotografica.

Share: