Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Concorso letterario per gialli inediti

concorso-letterario-giallo-birra[Scadenza 31/8/2011] – Si chiama Giallobirra il concorso letterario per brevi racconti inediti di genere giallo, noir o thriller che si terrà a settembre a Corciano, in Umbria.
Per partecipare,  il racconto deve essere inedito ed avere come filo conduttore o come tema quello della birra. Non ci sono costi di iscrizione. Per inviare i racconti al concorso Giallobirra c’è tempo fino al 31 agosto.

L’idea del concorso letterario Giallobirra è nata nell’ambito dell’evento Che birra che fa, una manifestazioni di tre giorni con la birra come gran protagonista. L’evento è organizzato dall’Associazione Adei con il patrocinio del Comune di Corciano e della Provincia di Perugia, quest’anno alla seconda edizione.

Per partecipare al concorso è sufficiente compilare la domanda di partecipazione online, e inviare entro il prossimo 31 agosto 2011 il proprio racconto che deve essere lungo massimo 10 cartelle standard, di 30 righe.

La giuria chiamata a esprimere il suo insindacabile giudizio sui finalisti e sui vincitori del concorso Giallobirra 2011 sarà composta da giornalisti, esperti del settore, editori e personalità del mondo della cultura. I loro nomi saranno resi noti soltanto dopo la scadenza del concorso.
La partecipazione a questo concorso letterario è gratuita. In palio due weekend per due persone da trascorrere in un resort in Umbria.

Link al concorso letterario Giallobirra 2011.

Sandra Sorano & staff

Ultimi articoli

Storytelling

Storytelling. Tendenze e umori

Narrare storie è una delle caratteristiche più umane, quella che più ci definisce come specie. Da sempre ci raccontiamo storie per distrarci, per motivarci o anche

Professione fotoreporter

Il fotogiornalismo

Un’immagine vale più di mille parole. Il fotoreporter racconta le storie e documenta gli eventi attraverso le immagini.

Che scrittore sono

Che tipo di scrittore sei?

Che tipo di scrittore? Come scrivi? Sei un pianificatore o improvvisi? Segui una scaletta o segui l’intuito, l’ispirazione?

Share: