Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Editoria libraria: suggerimenti per la Vision

diventare-editore-aprire-casa-editrice-

La Vision deve essere il punto di partenza di ogni nuova iniziativa editoriale. Ecco esempi e modelli per l’editoria libraria.

Che cos’è e a cosa serve la Vision? 

La Vision è la definizione del contesto in cui sviluppare il tuo progetto editoriale. Qualsiasi sia il tuo progetto, per dargli buone fondamenta devi prima rappresentare e verificare l’ambiente in cui si dovrebbe sviluppare.
Inizialmente puoi basare la Vision sulle tue intuizioni e sulle tue esperienze, ma nella versione finale deve essere sostenuta da verifiche e numeri. 

Per esempio, puoi partire dal fatto che tablet e smartphone stanno restituendo valore ai racconti brevi, tradizionalmente marginali nell’editoria stampata. Quindi la Vision sarà questa: «la lettura tramite tablet e smartphone ha già raggiunto una soglia apprezzabile di pubblico, con ampi margini di miglioramento per i prossimi anni. Questo pubblico non trova prodotti editoriali ottimizzati per il mobile, perché i grandi editori non ne hanno ancora la convenienza. Questo stato di cose crea uno spazio di inserimento per una struttura leggera, che sia remunerativa anche con piccoli fatturati».
Se questa fosse la tua intuizione iniziale, dovresti verificare i trend di lettura da parte del pubblico e l’offerta concorrente.

Questa versione di Vision è ad uso interno, cioè per dare la direzione alle attività. Ma per l’editoria libraria, uno sviluppo completo della Vision comprende anche due altre elaborazioni, una rivolta ai lettori ed una rivolta agli autori.

Vision rivolta agli autori

Un modello di Vision rivolta agli autori è questo:
«l’evoluzione tecnologica dell’editoria consente l’accesso al pubblico di nuovi autori emergenti, grazie all’abbattimento dei costi del digitale, dalla produzione alla distribuzione. Ne deriva l’opportunità di fare scouting con nuovi parametri e target di vendita, diversi dalla grande editoria».
Traduzione in parole povere: «se ci piace un autore, lo pubblichiamo anche se le prospettive di vendita oggi sono di 100 copie l’anno (nuovi parametri e target di vendita, diversi dalla grande editoria)».

Vision rivolta ai lettori

Un modello di Vision rivolta agli lettori è questo:
«l’eccesso di nuovi titoli crea grande difficoltà di orientamento e scelta da parte dei lettori, fuori dall’area mainstream. Da questa situazione deriva l’opportunità di offrire letture di qualità che sfuggono ai big player del libro.
Traduzione in parole povere: «possiamo alimentare la tua voglia di letture fuori dal coro».

In conclusione: la Vision serve ad esplicitare cosa vuoi fare, a partire da una precisa visione del mercato: editori, autori e lettori. Quanto più sarà precisa questa visione del mercato, tanto più sarà efficace l’avvio del progetto.

 

Ultimi articoli

Storytelling

Storytelling. Tendenze e umori

Narrare storie è una delle caratteristiche più umane, quella che più ci definisce come specie. Da sempre ci raccontiamo storie per distrarci, per motivarci o anche

Share: