Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Giornalismo, le video lezioni di Severgnini

Ecco riunita la serie di lezioni in cerca d’autore, nelle quali Beppe Severgnini spiega agli studenti un po’ di giornalismo, con l’ironia e la simpatia che lo distingue.

Sempre a proposito di carriera giornalistica, c’è un’interessante intervista, di Alberto Parigi (IAL Pordenone – ialweb.it), e di cui riporto due brani che sono in tema con questa pagina.

Giornalismo e web. Le redazioni online di quotidiani e riviste accrescono i posti disponibili o sono semplicemente repliche delle redazioni cartacee?

Repliche? Ma quando mai. Il Corriere.it – che conosco bene, ed è il mio porto d’approdo quando arrivo in via Solferino – è un posto vitale, pieno di ragazze e ragazzi svegli. (…) Altri, come Marco Pratellesi (il capo), restano, perché amano questo tipo di giornalismo in presa diretta, più veloce anche di radio e TV.
Il problema è: se i giornali online diventano troppo bravi, chi comprerà i giornali di carta, tra due/tre anni? A meno che i giornali di carta cambino: in parte, devo dire, lo stanno già facendo.

Riepilogando, quali i consigli in pillole suggerisce agli aspiranti e quali le avvertenze?

Mercato: moscio (ma avete tempo). Possibilità di impiego in Italia: variabile, con tendenza al nuvoloso. Raccomandazioni e spinte: esistono (alla lunga servono a poco, a meno che uno s’accontenti di trovare il “posto” e mettersi comodo). Però l’attitudine, la voglia, la grinta, la fatica, qualche buon incontro, la testardaggine, la lettura, l’allenamento, la fortuna, la fantasia, la lingua inglese e internet possono portare lontano. Quindi: non mollare (mai). E non accucciarsi in un’idea romantica di giornalismo che è finita nel XX secolo. Come, qual è? Pensateci, e lo sapete

 


Severgnini, video lezioni di giornalismo – parte 1

.

Severgnini, video lezioni di giornalismo– parte 2

.

Severgnini, video lezioni di giornalismo – parte 3

.

Severgnini, video lezioni di giornalismo – parte 4

.