Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Giornalisti e reporter: come vendere le foto non pubblicate

tutorial-online-gratis-corsi-online-gratis

Non c’è giornalista, reporter o fotoreporter che non abbia migliaia di foto inutilizzate. Perché non vendere queste foto senza ulteriori investimenti di tempo e denaro? In questo tutorial vediamo come si può fare.

Un buon reportage pubblicato contiene al massimo una decina di foto. Mentre il giornalista ne ha scattate un migliaio. Analogamente, gli articoli sono pubblicati sempre con il corredo di una sola foto, mentre il giornalista ne ha scattate decine. Così, in poco tempo, si possono accumulare sull’hd migliaia di foto inutilizzate. Vediamo a chi darle in conto vendita.

 

Come vendere foto non utilizzate: una soluzione per tutti

Un modo semplice per vendere foto inutilizzate c’è, e non costa nulla provarci.
Sempre che le foto siano ben fatte e abbiano questi requisiti:
   1) se sono in formato Jpeg, devono essere di almeno 4 MB;
   2) se nelle foto compaiono persone o personalità riconoscibili, devono esserci le liberatorie.

Basta poco per vendere foto online

Le foto possono essere cedute online, in conto vendita, ad una o più organizzazioni internazionali specializzate. Non ci sono spese di registrazione, nè di gestione del portfolio. Si possono guadagnare migliaia di euro, semplicemente perché migliaia di foto possono essere vendute a un’infinità di clienti.

Per una valutazione rapida di questa opportunità, vediamo quattro delle principali organizzazioni per vendere foto online: Shutterstock, Fotolia, Dreamstime e Getty Image.

Come scegliere il venditore?
Le differenze più importanti per la scelta sono quelle d’archivio, nel senso che ogni organizzazione ha alcune aree più fornite e attive di altre. Quindi è un venditore migliore per foto di un certo settore. Questo dev’essere il principale elemento di scelta del venditore.

.

Vendere foto con Shutterstock
Iniziamo da Shutterstock, perché ha un tutorial che presenta tutto il processo di vendita. Quindi è utile per farsi un’idea di come funziona la cosa, praticamente per tutti.
Quanto ai guadagni, una foto venduta da Shutterstock può rendere al fotografo da 25 centesimi a 28 dollari (vedi tabella).

Shutterstock-home
La home di Shutterstock: in offerta circa 16 milioni di foto, molto ben catalogate

.

Vendere foto e video con Fotolia
Fotolia ha sede in Italia. Per ogni file venduto, il fotografo percepisce una quota tra il 20% e il 63% di quanto pagato dal cliente.
Questo è il link delle tariffe per le foto e questo quello delle tariffe per i video.

Fotolia Home
La home page di Fotolia, con prezzi al pubblico molto invitanti

.

 Vendere foto con Dreamstime
Dreamstime offre al fotografo dal 30 al 60% del prezzo di vendita. Le foto in esclusiva, o le foto in formato Tiff (300 dpi, 30 MB per una foto di cm 20×30), e quelle di grande formato sono pagate anche di più. 
La percentuale che Dreamstime riconosce al fotografo è basata sul merito, nel senso che premia il fotografo che vende di più, quindi quello che offre le foto più interessanti (vedi link). Nel caso peggiore, l’entry level,  si ricavano da 30 centesimi a 5 dollari per foto. Nel caso migliore, la stessa foto è pagata al fotografo 7-8 dollari.

dreamstime
Dreamstime ha anche un settore per le foto d’attualità

.
Vendere foto e servizi a Getty Image
Per concludere, ecco Getty Image, molto più di una banca fotografica: una grande organizzazione per i giornali e le tv.
E’ un’organizzazione un po’ fuori target per le finalità di questo articolo, però è interessante parlarne, perché può essere una meta e uno strumento utile per avviare una grande carriera fotogiornalistica.

Nel corso degli anni, e per differenziarsi dalla concorrenza, Getty è arrivata a proporsi come agenzia video-fotografica mondiale, molto evoluta, con un importante settore d’attualità e una serie di attività collegate come:

  • Double, che organizza servizi fotografici su commissione, per la tv, la pubblicità, il cinema ecc.
  • Reportage, che propone servizi approfonditi e di attualità, pronti o su commissione.
  • Global Assignment, che è una scuderia di fotografi, troupe, team di produzione già sul posto per servizi locali di sport, di spettacolo o altro.

Tra le varie raffinatezze, Getty Image offre persino un servizio sui “trend visivi”, utile per indirizzare il lavoro fotogiornalistico e  quindi per far vendere foto più facilmente.
 

 

Getty-News
Getti Image – la home del settore di foto di attualità per i giornali


E per finire: in attesa della celebrità, perché non comprare foto?
Per il giornalista Getty Image è una risorsa immediata. Potrebbe essere più conveniente acquistare che vendere. Questo perché ha una sezione del sito con immagini uniche, vere foto da copertinain grado di valorizzare qualsiasi articolo, anche modesto.
Questo il link.

 

Getty-Rush
Getty Image – La sezione creativa offre foto che possono valorizzare qualsiasi articolo

Antonello Ruggieri – “Come vendere foto”
Keyword density di “vendere foto”: 2,48%.
Questo articolo è il risultato di una sessione di lavoro del Master di Giornalismo FirstMaster.

.

 

Ultimi articoli

Storytelling

Storytelling. Tendenze e umori

Narrare storie è una delle caratteristiche più umane, quella che più ci definisce come specie. Da sempre ci raccontiamo storie per distrarci, per motivarci o anche

Share: