Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Politica, buco nero del giornalismo

corriere-della-sera-prima-pagina-inutile

Il giornalismo italiano sembra sprofondare un un buco nero, dove l’attrazione fatale è il “teatrino della politica” e il resto d’Italia, come il mondo intero è assente o secondario.

Luca Ajroldi, su “Il Journal” si chiede come sia possibile che «il giornalismo italiano guardi alla politica interna come stella polare e così sia incapace di raccontare il mondo nel suo complesso».
Come dargli torto con prime pagine come questa del Corriere, in foto, purtroppo simile a centinaia di altre prime pagine di tutte le testate?
«E’ mai possibile – si chiede – che si sia talmente avvitato su se stesso da riuscire solo a guardarsi l’ombelico e strologare sull’argomento? Di quanto avviene nel resto del mondo sappiamo solo dai fatti di cronaca nera o da situazioni meteorologiche abnormi.
La Rai, Mediaset, le grandi agenzie giornalistiche hanno corrispondenti in tutto il mondo eppure, per esempio, dell’India conosciamo solo la vicenda dei nostri marò e delle ragazze stuprate. Dalla Cina vediamo solo lo smog di Pechino e la folla di Shanghai che si ammassa e si ferisce cercando di acchiappare monete false. Poi c’è l’Africa, tutta l’Africa. Insomma un continente. Ebbene dall’Africa abbiamo notizia dell’epidemia di Ebola, ristretta a una piccola zona del continente e poco altro. Potrei continuare, ovviamente, ma sarebbe inutile.
Continuando sulla strada che vede tutti i nostri tg e gr, un po’ meno i quotidiani stampati, occuparsi di politica politicata, giochini di correnti, interviste su interviste alla maggioranza, all’opposizione e all’opposizione interna all’opposizione, al gossip parlamentare, al pettegolezzo, alle fantasie talebane di alcuni gruppi parlamentari, stiamo abdicando del tutto a quello che dovrebbe essere il giornalismo con la G maiuscola».
Sarà per questo che si vendono sempre meno giornali e chi ripiana i loro debiti è sempre più determinante, in un circolo vizioso al ribasso, che danneggia tutto e tutti, a partire proprio dai giornalisti professionisti?
P.B.

Leggi tutto su Vedi, laggiù c’è il mondo.
In tema di giornalismo italiano, leggi anche:
– Giornalismo italiano e inglese, confronto a Londra.
– Giornalismo come informazione per pochi.

 

Ultimi articoli

Distanza narrativa

Lettore vicino o lettore lontano?

Uno degli elementi che distingue lo scrittore esperto dal dilettante è la padronanza della distanza narrativa. Modulare la distanza narrativa significa gestire i momenti chiave

Lavorare come fotoreporter1

È redditizio lavorare come fotoreporter?

Lavorare come fotoreporter è spesso percepito come un mestiere affascinante e avventuroso, pieno di opportunità per viaggiare e raccontare storie attraverso l’obiettivo della macchina fotografica.

Share:

Layer 1