Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Che tipo di scrittore sei?

Che scrittore sono

Pianifichi o improvvisi?

Ci sono molti modi per affrontare la scrittura di un romanzo e probabilmente sperimenterai molte tecniche diverse nel corso della tua vita di scrittore. 

Gli americani che definiscono tutto hanno una definizione anche per i diversi tipi di autori.

Ci sono autori che scrivono:

  • in ordine cronologico e riorganizzano la storia in seguito
  • con uno schema o una scaletta predeterminati: sanno come finirà la storia e come si svolgerà la trama prima di iniziare a scriverlo. Sono i plotter, degli outliner, dei pianificatori, insomma
  • così come viene, spesso non sanno come finirà il libro o che cosa accadrà: sono gli improvvisatori, i pantser, dei discovery writer che scrivono secondo l’ispirazione del momento, lasciandosi trasportare da un’idea. Iniziano a scrivere e “osservano” come i personaggi e gli eventi si muovono
  • in mezzo, si collocano con varie gradazioni i plantser, da qualche parte tra pianificatori estremi e gli improvvisatori più avventurosi. Oppure ancora dipende dal tipo di testo: a volte seguono schemi, a volte scrivono liberi seguendo intuito e ispirazione

Sì, pianifico un sacco e di solito uso molte tabelle

JK Rowling

Stephen King

Diffido della trama per due motivi: primo, perché le nostre vite sono in gran parte prive di trama, anche quando si aggiungono tutte le nostre ragionevoli precauzioni e un’attenta pianificazione; e secondo, perché credo che la trama e la spontaneità nella creazione reale non siano compatibili.

Stephen King

In realtà, non esiste un metodo giusto per scrivere, ma quello con cui ti senti più a tuo agio, sempre se hai verificato che funzioni in termini di successo editoriale.

Non è una regola, ma in termini di tempo chi struttura prima di scrivere fa meno editing ed è più produttivo.

Se sei un pianificatore probabilmente ti sentirai perso a scrivere senza una scaletta, una mappa o uno schema. Al contrario, un pantser si sentirà ingabbiato e ostacolato, se cerca di far rientrare la sua creatività in uno schema.

Non è male comunque provare altre tecniche. Per esempio, se sei uno che scrive di getto senza pianificare, ma ti accorgi che il romanzo sta diventando sfocato e la trama sta perdendo la rotta, fai un tentativo con schemi e strutture e vedi come va.

Puoi anche trovare un metodo intermedio tra una struttura ferrea e una scrittura di getto (come abbiamo visto, collocandoti all’interno dei vari gradi intermedi tra plotter e pantser).

Per esempio, puoi delineare uno schema solido degli eventi principali per mantenere la trama focalizzata, ma non pianificare come si svolgeranno gli eventi. In questo modo, delinei il quadro, ma lasci che i personaggi guidino la trama e che la storia cresca organicamente.

 



 

Ellen Brock, un’editor professionista e coach per scrittori, ha delineato quattro tipi di scrittori di romanzi in base al loro approccio alla scrittura. In quale ti riconosci di più?

  1. Pianificatori metodici. Questi scrittori pianificano ogni aspetto della trama prima di iniziare a scrivere il romanzo. Creane outline dettagliate, schede dei personaggi e mappe del mondo immaginato per assicurarsi che ogni dettaglio sia accuratamente sviluppato prima di iniziare la stesura vera e propria.

  2. Scrittori intuitivi, che seguono l’ispirazione del momento. Questi scrittori si immergono direttamente nella stesura del romanzo senza una pianificazione organizzata. Preferiscono scoprire la trama e i personaggi mentre scrivono e possono fare numerosi cambiamenti durante il processo di scrittura.

  3. I riscrittori. Questi scrittori concentrano la loro energia sulla revisione e la riscrittura del loro lavoro. Dopo avere completato una bozza grezza seguendo l’intuito e l’ispirazione del momento, dedicano molto tempo a perfezionare la trama, i personaggi e lo stile di scrittura attraverso molteplici revisioni.

  4. Scrittori che improvvisano e non amano la riscrittura e la revisione. Questi scrittori iniziano progetti ma faticano a portarli a termine. Possono essere entusiasti all’inizio, ma perdono interesse o motivazione nel corso del tempo e spesso non riescono a completare i loro romanzi.

Ogni tipo di scrittore ha i propri punti di forza e di debolezza, e comprendere il proprio stile di scrittura può aiutare gli scrittori a migliorare le proprie abilità e completare i loro progetti con successo.

Ultimi articoli

Storytelling

Storytelling. Tendenze e umori

Narrare storie è una delle caratteristiche più umane, quella che più ci definisce come specie. Da sempre ci raccontiamo storie per distrarci, per motivarci o anche

Share: