Hai una domanda?
Messaggio inviato Chiudi

Editoria e social network: le dispense milionarie di De Agostini Publishing

Grazie ai social network la De Agostini ha ottenuto successi internazionali e fatturati milionari per le sue edizioni collezionabili. Tra queste, Crea & decora i tuoi dolci è un bestseller e una case history studiata nelle università. Grazie ai social network ha venduto copie per 115 milioni di euro.

De Agostini Publishing incassa in meno di due anni 115 milioni di euro con i fascicoli ‘Cake Decorating’, case history di come i social media possono contribuire a lanciare e allungare la vita di un prodotto.
L’obiettivo di Alessandro Belloni, amministratore delegato di De Agostini Publishing, e del suo team è di individuare una passione, o ciò che potrebbe suscitarla, per poi trasformarla in business. In questo modo la casa editrice di Novara si è ritagliata una fetta del 48% del mercato dei partwork, i fascicoli collezionabili, lanciando ogni anno circa 120 prodotti – una trentina i nuovi – registrando nel 2012 un fatturato annuo di 480 milioni di euro con le sue otto società controllate (sedi in Gran Bretagna, Germania, Russia, Polonia, Grecia, Ucraina, Giappone, Usa) operanti in 53 Paesi.

Un’attività incentrata su prodotti studiati e sviluppati nei centri di Novara, Londra e Tokyo, destinati a tre aree – educational per adulti e bambini, hobby e modellismo, interesse generale – e, poi, in un ciclo di vita che varia tra i 18 e i 36 mesi, distribuiti attraverso il retail (edicole, librerie, supermercati) e gli abbonamenti.
Un canale sempre più importante, quest’ultimo, spinto in misura rilevante dal web e dai social media, come dimostra ‘Cake Decorating’ (‘Crea & decora i tuoi dolci’ nell’edizione italiana), un prodotto rivelatosi una vera e propria case history a livello internazionale.
L’articolo integrale è sul mensile Prima Comunicazione n. 443/2013

Ultimi articoli

Distanza narrativa

Lettore vicino o lettore lontano?

Uno degli elementi che distingue lo scrittore esperto dal dilettante è la padronanza della distanza narrativa. Modulare la distanza narrativa significa gestire i momenti chiave

Lavorare come fotoreporter1

È redditizio lavorare come fotoreporter?

Lavorare come fotoreporter è spesso percepito come un mestiere affascinante e avventuroso, pieno di opportunità per viaggiare e raccontare storie attraverso l’obiettivo della macchina fotografica.

Share: